costiera logo


Rezervirajte online!

Prihod

Št. odraslih


Zahvaljujemo se vam za vaše povpraševanje. Nanj bomo odgovorili najkasneje v 48 urah.

PRIJAVI SE NA E-NOVICE

Nahajamo se na južni strani otoka Visa v vasi Rukavac. Najbližja plaža je od hiš oddaljena minutko peš, najznamenitejša plaža Srebrna pa približno sedem minut peš. Zelena špilja na otoku Ravnik je tik pred Rukavcem, prav tako znamenita laguna Budihovac s svojimi neverjetnimi turkiznimi barvami morja. Javite se. Veseli bomo vsakega vašega sporočila.

Home » Vis » Komiža

Komiža

Komiza è il secondo grande villaggio costiero, che si trova nella parte sud-ovest dell’isola, nella baia, che è simile a Vis. Secondo alcune tradizioni, il nome deriva dalle parole “val comme Issa” – golfo come Issa).

Komiza si trova sul lato occidentale dell’isola, sulla costa nord-ovest del Golfo di Komis e sotto la collina Hum (587 m di altitudine), la collina più alta dell’isola che protegge il paese dai venti  freddi del nord. Il golfo di Komiza è abitato. Il   lato est del golfo ha molte spiaggie di sabbia e ghiaia. Ci sono undici spiaggie fino alla prima punta Strupiste e ognuna di esse ha una propria fonte di acqua portabile.

Il porto di Komiza e prottetto dai venti di ponente perche ha il frangiflutti lungho 200 m. La profondità del mare dove si trova il frangiflutti è di 6 m. Accanto ad esso c’è uno dei più sicuri atracchi per le navi. Il porto è aperto ai venti del sud. Quando essi soffiano, il mare è mosso. Dalla carta nautica si può notare che il faro emette un campo nominale Z Bl 3s. La luce emessa dal faro è visibile da 4 miglia.

Gli abitanti di Komiza hanno un proprio dialetto, che è diverso da quello parlato a Vis. La città è conoscuta per la tradizione della pesca, la quale è stata trasmessa nelle altre parti del mondo, proprio dagli stessi abitanti. Prima della seconda Guerra mondiale, a Komiza operavano sette fabbriche, dove lavoravano il pesce. Nel corso del tempo si sono riunite in una. Questa, offriva il maggiore numero di posti di lavoro  alla gente del posto. Nei tempi della privatizzazione, la fabbrica fallì e il terreno fu venduto. Non si sa ancora per quali scopi verrà utilizzato, probabilmente per il turismo.